Siamo in camera di Tommi, è giorno e siamo tutti e tre completamente assorti dai terrificanti compiti della professoressa di matematica. Le mie più che equazioni sembrano richieste d’aiuto in codice e quando sollevo la testa noto con sollievo che anche Eva e Tommaso sono un po’ perplessi.
figure

figure
Sentite...
figure

Sentite...

figure
Oh! Nemmeno a me riesce questo esercizio, per fortuna l’hai detto tu.
figure

Oh! Nemmeno a me riesce questo esercizio, per fortuna l’hai detto tu.

figure
Mmm in realtà è un esercizio semplicissimo! Io però avevo altro in mente...Come faccio se sto per fare sesso con qualcuno e non sono sicura di volerlo io? O non sono sicura che lo voglia l’altra persona?
figure

Mmm in realtà è un esercizio semplicissimo! Io però avevo altro in mente...Come faccio se sto per fare sesso con qualcuno e non sono sicura di volerlo io? O non sono sicura che lo voglia l’altra persona?

figure
La parola che cerchi si chiama consenso.
figure

La parola che cerchi si chiama consenso.

figure
Come si capisce quindi se c’è il consenso?
figure

Come si capisce quindi se c’è il consenso?

figure
Eva non sembra soddisfatta della sua risposta e pronuncia la parola consenso come se fosse qualcosa di incomprensibile tipo gomito del sifone. Quelle parole che dicono e capiscono solo quelli del mestiere, ad esempio gli idraulici.
figure

figure
Immaginiamo che tu voglia offrire una barretta di cioccolato a qualcuno. Se non ti dice di sì in modo esplicito, allora non la vuole. Se non allunga la mano per prenderla, allora non la vuole. Solo perché non ti dice ‘no, grazie’ non significa che quella persona voglia mangiare la barretta che le stai offrendo.
figure

Immaginiamo che tu voglia offrire una barretta di cioccolato a qualcuno. Se non ti dice di sì in modo esplicito, allora non la vuole. Se non allunga la mano per prenderla, allora non la vuole. Solo perché non ti dice ‘no, grazie’ non significa che quella persona voglia mangiare la barretta che le stai offrendo.

figure
Insomma il consenso è sempre attivo e mai passivo: è un sì, è una partecipazione volontaria. Dare il proprio consenso significa proprio “dare il permesso a”.
figure

Insomma il consenso è sempre attivo e mai passivo: è un sì, è una partecipazione volontaria. Dare il proprio consenso significa proprio “dare il permesso a”.

figure
Un sacco dei miei compagni di squadra a basket sono convinti che solo perché una ti guarda allora sicuramente ha interesse in altro... Ecco, quello non è consenso. Anche perché quelli considerano solo il loro punto di vista, ma non si è i soli a decidere se si ha a che fare con un’altra persona.
figure

Un sacco dei miei compagni di squadra a basket sono convinti che solo perché una ti guarda allora sicuramente ha interesse in altro... Ecco, quello non è consenso. Anche perché quelli considerano solo il loro punto di vista, ma non si è i soli a decidere se si ha a che fare con un’altra persona.

figure
Lo dicevamo anche ieri! L’istinto animalesco che sembra perfetto e annulla qualsiasi tipo di comunicazione esiste solo nei film.
figure

Lo dicevamo anche ieri! L’istinto animalesco che sembra perfetto e annulla qualsiasi tipo di comunicazione esiste solo nei film.

figure
Ma se parlando e parlando si perdesse l’atmosfera?
figure

Ma se parlando e parlando si perdesse l’atmosfera?

figure
Ma comunicare non rovina mai l’atmosfera se sei con le persone giuste, può emozionare, mica deve sembrare un colloquio di lavoro!!
figure

Ma comunicare non rovina mai l’atmosfera se sei con le persone giuste, può emozionare, mica deve sembrare un colloquio di lavoro!!

figure
In un rapporto sessuale è fondamentale comunicare e cercare insieme il piacere.
figure

In un rapporto sessuale è fondamentale comunicare e cercare insieme il piacere.

figure
Certo che se te la cavassi con la matematica quanto te la cavi con questo tipo di cose...
figure

Certo che se te la cavassi con la matematica quanto te la cavi con questo tipo di cose...

figure
Lasciamo perdere...
figure

Lasciamo perdere...

figure